X PER GARANTIRTI UNA MIGLIORE ESPERIENZA DI NAVIGAZIONE QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIES
Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti il miglior servizio possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla nostra Cookie Policy ACCETTO
Filtri
Città
Tipologia
Provincia
Superficie
Soluzioni interni
SOMMA CENTER Somma lombardo, Via Vignola

In posizione centrale, alle spalle del Castello, nell'elegante contesto della Residenza Somma Center di Somma Lombardo, disponiamo di appartamenti e negozi di diversa metratura.
Questi spaziosi appartamenti vi consentiranno di disporre l'arredamento nel modo che più vi compiace, per creare una casa completamente personalizzata e fatta su misura per le vostre esigenze.
Scopri di più
RESIDENZA ANTICA FORNACE Carnate, Via Fornace

Le nostre tante soluzioni d'interni mettono in luce come il fascino della Residenza emerga appieno sia con palette colori orientate al bianco e al minimalismo, sia alle nuances e alle tonalità più forti, osate, originali.
I materiali naturali come il legno esaltano appieno l'atmosfera di Residenza Antica Fornace: parquet, mobili e complementi d'arredo offrono calore, e sembrano avvolgere gli abitanti in un abbraccio familiare.
Scopri di più
ANTICA CORTE RURALE Barzago, via Risorgimento

Un piccolo borgo medioevale posto sulla cima della collina di Verdegò a Barzago. Questa è la location dell' Antica Corte Rurale appena ristrutturata.
Innovative soluzioni di design unite all'utilizzo delle più avanzate tecniche per il risparmio energetico fanno di questa Antica Corte Rurale un piccolo gioiello collocato in una posizione di pregio che domina le vallate circostanti.

Scopri di più
RESIDENZA SAN MARTINO Schiavi SpA mette a disposizione la propria competenza per supportare i clienti nell'organizzazione degli spazi interni della casa, in accordo con le loro necessità funzionali ed estetiche. Le soluzioni d'interni che abbiamo specificamente progettato per la Residenza di Lecco San Martino sono proposte ad altissimo valore aggiunto in termini di stile, colori, arredamento e performance, pensate per mettere in risalto i numerosi dettagli di pregio degli appartamenti: vi proponiamo un interior design di eccellenza a completamento della vasta gamma di servizi offerti dalla nostra azienda. Scopri di più
RESIDENZA ISOLA Cremella, Barzanò
Il complesso residenziale gode di certificazione energetica di classe B.
Ogni appartamento è dotato di impianto di riscaldamento e raffrescamento tramite pannelli radianti a pavimento; l'ausilio di pannelli solari aumenta la sostenibilità dei consumi energetici, con un notevole risparmio sul costo delle bollette.
In aggiunta, le stanze hanno a disposizione un impianto di deumidificazione e serramenti in legno massello con quadruplo vetro. Gli spaziosi bagni sono equipaggiati di vasca o doccia, godono di ottima illuminazione e aerazione.
Scopri di più
RESIDENZA ANTICA FORNACE Carnate, Via Fornace

Le nostre tante soluzioni d'interni mettono in luce come il fascino della Residenza emerga appieno sia con palette colori orientate al bianco e al minimalismo, sia alle nuances e alle tonalità più forti, osate, originali.
I materiali naturali come il legno esaltano appieno l'atmosfera di Residenza Antica Fornace: parquet, mobili e complementi d'arredo offrono calore, e sembrano avvolgere gli abitanti in un abbraccio familiare.
Scopri di più
SOMMA CENTER Somma lombardo, Via Vignola

In posizione centrale, alle spalle del Castello, nell'elegante contesto della Residenza Somma Center di Somma Lombardo, disponiamo di appartamenti e negozi di diversa metratura.
Questi spaziosi appartamenti vi consentiranno di disporre l'arredamento nel modo che più vi compiace, per creare una casa completamente personalizzata e fatta su misura per le vostre esigenze.
Scopri di più
134519
SORRISI DEI CLIENTI
168483
MQ GIARDINI
150
PROFESSIONISTI ALL'OPERA
557600050
MATTONI POSATI
BLOG
Come organizzare la casa quando si hanno bambini piccoli Quando la famiglia si allarga e arriva un bebè, o quando i bambini sono ancora molto piccoli, ogni abitazione viene necessariamente riorganizzata anche secondo le loro esigenze. È evidente che i bimbi di casa siano e debbano essere la priorità da tenere in considerazione, e gli spazi che abitano dovranno tenere conto non soltanto del loro bisogno di muoversi, esplorare, giocare e riposare, ma anche dell’importantissimo fattore della sicurezza. Se, da un lato, il caos generato dalla presenza dei bimbi è inevitabile, è anche vero che una corretta organizzazione degli spazi può aiutare i genitori nella gestione della casa. Il nostro primo consiglio è quello di andare per gradi, tenendo conto del fatto che sia i bebè che i bambini piccoli richiedono gran parte della nostra attenzione. La suddivisione della casa in specifiche zone può essere un importante elemento di supporto. Insegnare ai bimbi che ogni area della casa è deputata a specifiche attività permetterà di tenere le redini dell’ordine e della pulizia in modo più agevole. Un arredamento intelligente della cameretta per bambini, per esempio, offrirà ai piccoli la possibilità di svolgere al suo interno diverse attività. Strutturate la stanza in modo che vi sia un’area deputata al gioco, spazio per il riposo e il relax, un piccolo tavolo per disegnare o sfogliare un libro, una grande cesta in cui riporre i giocattoli dopo il momento di svago. In questo senso, potete aiutarvi anche con specifiche suddivisioni cromatiche degli spazi: scegliete un colore per l’area gioco, un altro per la zona del letto e via discorrendo. Anche l’arredamento montessoriano, ossia quello studiato e strutturato appositamente a misura di bambino per poter essere utilizzato in massima autonomia, può aiutare a impegnare i piccoli e insegnare loro come gestirsi da soli e in totale sicurezza, e ad apprezzare di più concetti come ordine, organizzazione, collaborazione. Tenete poi sempre presente che l’ordine deve essere prioritario ancor più della pulizia. Se una casa normalmente silenziosa e ordinata si trasforma in un caotico ambiente pieno di giocattoli e peluche, è la confusione il primo parametro da tenere in considerazione e correggere. Memorizzate una regola chiave: una casa più ordinata è più semplice sia da pulire che da gestire. Per non sentirvi soverchiati dallo stress talvolta generato dall’esuberante energia dei bambini piccoli, vi consigliamo poi di non fare mai troppo tutto insieme, quanto piuttosto di pianificare piccoli impegni quotidiani che permetteranno di risolvere rapidamente le attività più incombenti e vi lasceranno più tempo libero nel fine settimana. Programmate dunque alcune “buone abitudini” di routine, da svolgere ogni giorno, insegnando al contempo ai vostri bambini a fare altrettanto. Parola d’ordine: cooperazione! Se renderete queste attività ludiche, interattive e divertenti scoprirete presto che coinvolgere i bambini sarà più semplice del previsto. L’aiuto reciproco è un concetto essenziale che può essere insegnato, anche attraverso lo svolgimento di compiti molto semplici, già a partire dai tre o quattro anni, per proseguire poi nel corso di tutta l’infanzia e l’adolescenza. Infine, un consiglio che riteniamo assolutamente indispensabile per la corretta organizzazione della casa in generale, e in modo particolare quando questa è abitata anche da uno o più bambini: l’essenziale deve essere visibile agli occhi! In pratica, non accumulate oggetti inutilmente: non soltanto, nella maggior parte dei casi, essi non sono affatto utili, ma finiscono per generare ulteriore disordine e dunque richiederanno un maggiore impegno da parte vostra in termini di pulizia e organizzazione. Cominciate dunque a fare una selezione accurata e oggettiva di ciò che avete in casa: davvero tutto serve? Davvero tutto è utile? Davvero tutto è indispensabile? Il decluttering è un’esperienza estremamente positiva e ritemprante sia per la vostra casa che per la vostra mente, e vi aiuterà - e di conseguenza insegnerà anche ai bambini – a comprendere appieno il valore di ciò che si possiede e a stimolare la creatività nell’utilizzo dei giochi.  
Le cinque camerette più famose del cinema Esistono film caratterizzati da personaggi iconici, scenari indimenticabili, frasi leggendarie e… camerette che è impossibile non ricordare. Le pellicole hollywoodiane puntano moltissimo sull’aspetto scenografico dei film, perché il contesto in cui le trame si sviluppano è importante tanto quanto l’interpretazione degli attori. Per questo, nelle produzioni cinematografiche si dedica moltissimo tempo e grande impegno alla strutturazione degli ambienti e al design, sia indoor che outdoor, così da creare la cornice perfetta all’interno della quale i personaggi della pellicola potranno muoversi. Ma quali sono le camerette più famose del cinema, le più iconiche in assoluto? A noi ne sono venute in mente cinque, ma se ne abbiamo dimenticata qualcuna, non esitate a farcelo sapere nei commenti! Grease Grease è una di quelle pellicole che hanno fatto sognare spettatori di tutte le generazioni. Ancora oggi classificato tra i musical più famosi in assoluto, questo film ha effettivamente segnato la storia del cinema, fatto rimpiangere gli anni del boom economico del Dopoguerra e lanciato la carriera di uno dei divi più celebri, John Travolta. La cameretta iconica di questo film è quella di Sandy, la protagonista interpretata da Olivia Newton-John, una teenager che, negli Anni Cinquanta, è alla ricerca del vero amore e non sa se lo troverà nel “bullo” Danny. In perfetto contrasto con il look da “ribelle” sfoggiato da Travolta, la cameretta di Sandy è romantica, con una netta predominanza del colore rosa, tanti arredi tessili e carta da parati dai motivi fantasiosi. Una perfetta interpretazione dell’amore romantico del periodo, declinata, in questo caso, nell’interior design.   Labyrinth Un film particolarmente amato da chi apprezza le trame fantasy, piene di elfi, stregoni e labirinti. Senza contare, naturalmente, la partecipazione di David Bowie che, nel 1986, rese questa pellicola di Jim Henson indimenticabile sia in termini di interpretazione che di colonna sonora. Questo iconico musical fantasy ha moltissimi dettagli caratteristici – dai brani cantati dal Duca Bianco ai personaggi fatati che lo costellano, dal regno di Re dei Goblin Jareth agli effetti speciali – e tra questi figura senza dubbio anche la cameretta di Sarah, la protagonista. È all’interno di questo scenario che si verifica infatti l’evento che farà da perno all’intera trama. La cameretta della quindicenne è una sorta di alter-ego inanimato della sua personalità fantasiosa e fortemente caratterizzata da un mood Anni Ottanta: lo dimostrano l’arredo con particolari floreali, i poster, i pupazzi e, naturalmente, una stampa della celebre opera “Relativity” di Escher. //   La Storia Fantastica Una pellicola capolavoro forse troppo sottovalutata e non citata a sufficienza, interpretata da un cast stellare – tra cui Peter Falk, il celebre “tenente Colombo” della nota serie televisiva, qui nelle parti del nonno impegnato a raccontare proprio “la storia fantastica” – in cui scenari e interpretazione degli attori la fanno da padrone in egual misura. La Storia Fantastica altro non è che il racconto di una coppia di innamorati che si trovano a superare una serie di difficoltà in un mondo fiabesco e fatato, ma è, per l’appunto, soltanto una storia. La vera “azione” del film si svolge nella cameretta del piccolo Jimmy che, dal suo letto, ascolta il suo adorato nonno mentre gli legge un libro. Anche in questo caso, la cameretta mostra molti dettagli tipicamente Anni Ottanta, a partire dalla scelta degli arredi e del tessile. Ma, più di tutto, gli oggetti tipici della stanza di un bambino, dai giocattoli agli addobbi natalizi. Mamma Ho Perso l’Aereo L’intera casa di Kevin è protagonista di questa esilarante pellicola che ha segnato il passaggio tra gli Anni Ottanta e gli Anni Novanta e che, ancora oggi, è considerata una commedia cult (e tipicamente natalizia). Tuttavia, non è la cameretta del giovanissimo protagonista ad essere diventata celebre, quanto piuttosto quella del suo antipaticissimo fratello maggiore, Buzz. Buzz non è un bambino, ma un adolescente che troppo spesso si diverte a infastidire e tormentare il fratello minore. La sua stanza evidenzia appieno la quintessenza della sua personalità: dai poster di Michael Jordan ai fuochi d’artificio pronti per essere sparati, dai vari snack alla fotografia della fidanzatina. Ma anche una tarantola chiusa in una teca e un’accozzaglia di oggetti pacchiani e inutili sulle mensole.   Toy Story Questa pellicola animata ebbe, al suo lancio nelle sale cinematografiche, un incredibile successo e la maestria con cui venne realizzata la rese apprezzatissima non soltanto dal pubblico più giovane, a cui era ovviamente destinata, ma anche dagli adulti. Come è facile intuire dal titolo, praticamente tutta l’azione del film si svolge all’interno di una cameretta, che altro non è che il “social hub” delle attività di tutti i giocattoli animati. Sono loro i veri protagonisti del film, mentre gli esseri umani fanno solamente da sfondo. In questo microcosmo, la cameretta diventa un universo di eccezionali proporzioni, in cui tutto è gigantesco, affascinante e coloratissimo: i poster alle pareti, il letto, i libri, gli elementi d’arredo. Siete d’accordo con noi? Quali altre camerette cinematografiche sono rimaste impresse nella vostra memoria?
Tecnologia dell’abitare e mentalità green in Brianza: il futuro degli immobili è verde Il termine “green building” è sempre più diffuso. Traducibile in “costruzione verde”, identifica non soltanto branchie costruttive specifiche come la bioedilizia e la bioarchitettura ma anche, in un contesto più ampio, la cosiddetta architettura sostenibile. In generale, una tecnologia green dell’abitare equivale a una progettazione, costruzione e gestione degli edifici in maniera efficiente, sostenibile e orientata a un maggiore rispetto della natura e a un’integrazione sempre più marcata tra uomo e ambiente naturale. Questo trend sta prendendo piede ovunque nel mondo, ed è inevitabile in un momento storico e sociale in cui è sempre più evidente la necessità di non depauperare le risorse ma, al contrario, di tutelarle al massimo, riducendo gli sprechi e ottimizzando i consumi. Specialmente in Brianza, la mentalità green riversata sulla tecnologia dell’abitare è cosa ben nota, ed è legata non soltanto alle obiettive necessità ambientali odierne, ma anche a una tradizione culturale ben radicata nel territorio. hbspt.cta.load(3786805, 'c289e198-829f-444b-90de-8d7bf43436c7', {}); Da sempre, la Brianza ha cercato di operare architettonicamente col fine ultimo di integrarsi in modo sinergico – e, nella maggior parte dei casi, anche grazioso – nel contesto naturale circostante. Nonostante l’inevitabile aumento della densità urbana a partire dal secondo dopoguerra, questi territori hanno comunque cercato di mantenere inalterati concetti che considerano molto importanti, come la qualità della vita dell’individuo e il benessere abitativo. Parte di entrambi gli obiettivi è sempre stata anche la fusione smart tra realizzazioni architettoniche e ambiente naturale circostante, tanto a livello costruttivo che meramente visivo. Avete mai notato quanto gradevoli alla vista siano i paesaggi che si osservano da tantissime abitazioni della Brianza? L’ambiente circostante è, in questo caso, parte del quotidiano chi vive i territori, e dunque componente irrinunciabile nella maggior parte dei progetti edili. Sulla base di quanto finora riportato, è facile comprendere come proprio uno dei comparti industriali più energivori – quello dell’edilizia – stia orientandosi sempre di più a un marcato rispetto delle “regole implicite” di un territorio come quello brianzolo, intrinsecamente “green” per sua natura. Gli investimenti in direzione della sostenibilità e della riduzione dell’impatto ambientale sono sempre più massivi, e imprese di grande competenza ed esperienza, come Schiavi Spa, operano ormai da tempo per garantire soluzioni abitative nelle quali il rispetto per l’ambiente e quello per la qualità della vita degli abitanti siano concetti fortemente interconnessi e interdipendenti. Obiettivi divenuti chiave per un approccio più ecologico riguardano le performance di sostenibilità e l’incremento di prestazioni degli edifici, che sempre più rispettano standard molto elevati in termini di efficienza energetica e sostenibilità ambientale. Quello che un tempo era ritenuto un mercato emergente si è trasformato oggi in un trend a piena potenza, in cui gli investimenti sono destinati ad aumentare esponenzialmente in futuro. Tuttavia, è importante ricordare che la sostenibilità del costruito non è soltanto sinonimo di efficienza impiantistica – seppure questo “nodo” sia da ritenersi focale per una performance di livello superiore – ma anche di scelta accurata di materiali di qualità, di costante ricerca e innovazione tecnologica, di capacità di risanare, implementare e adeguare gli edifici preesistenti secondi i più evoluti e meno permissivi standard attuali. E anche dell’abilità di dare vita a edifici capaci di rispecchiare, nella loro estetica e nella strutturazione degli ambienti, sia interni che esterni, la tradizione brianzola di integrazione tra uomo e natura. Un obiettivo, questo, di assoluto valore e che aziende come la nostra perseguono quotidianamente.
Non riesci a trovare quello che stai cercando?
Chiamaci
+39 039 60 21 291